1/11
©
Lina
2022
_

Il materiale si rivela per quello che è schietto e freddo. La sua scelta e la lavorazione sono puramente funzionali. i volumi galleggiano leggeri. La libertà nel vivere la relazione con il costruito è fondamentale. Questi i punti cardine del pensiero paulista: una sotto corrente del brutalismo sviluppatasi in Brasile. 

Da qui partiamo per la progettazione di un mobile che viene definito dal suo utilizzatore. Un mobile che cerca di trovare l’essenza di se stesso. Un monolite composto da 4 lastre legate tra loro, diventa una seduta o un tavolino o ancora possono essere impilati e creare una libreria modulare freestanding. Lina può essere assemblato e disassemblato giocando con le corde che lo uniscono. Le forme rigide sono in contrapposizione col suo spirito fluido.

_
                    

Photo credits: Andrea Leonetti